Si può essere sovversivi chiedendo che le leggi vengano rispettate da chi ci governa (Ennio Flaiano)

martedì 23 febbraio 2010

Prima proposta: per una politica più sobria. A partire da me

La prima proposta della mia campagna elettorale riguarda i Consiglieri regionali. Quelli come me, se mi darete il vostro sostegno e sarò eletto.

La Lombardia è una delle regioni economicamente più avanzate del mondo. Eppure migliaia di famiglie vivono il dramma della Cassa Integrazione. Altrettanti giovani faticano ad accedere al mercato del lavoro o lo fanno con contratti di precariato che si perpetuano negli anni. Decine di migliaia di anziani vivono con meno di 1.000 euro al mese. Centinaia di piccole aziende chiudono. Molti professionisti, soprattutto giovani, attraversano forti difficoltà.

Di fronte a questo scenario considero uno schiaffo a molti cittadini che ai Consiglieri regionali della Lombardia vada uno stipendio netto di 12.500 euro al mese. Con un costo per la comunità superiore ai 17 milioni di euro l’anno.

Avanzo quindi una proposta precisa: ridurre del 50% tale retribuzione. Recuperare risorse fino a 8 milioni di euro. Con questi soldi costituire un fondo del Consiglio regionale da utilizzare per gli interventi sociali più urgenti. Per il 2010 propongo metà dei soldi risparmiati siano destinati al “Fondo Famiglia e Lavoro” istituito dal card. Tettamanzi per chi ha perso lavoro e stipendio. La parte restante ad altre realtà vicine ai bisogni della gente di Lombardia che il Consiglio individuerà.

E' una proposta che vuole tenersi lontana dal populismo e dall'antipolitica. Anzi, che vuole ricostruire la fiducia delle persone nei politici, prima che nella politica. Per uno stile improntato a sobrietà. Perchè fare politica torni ad esere un servizio alle persone e alla società. Non un modo per garantirsi un lauto stipendio.

Mi auguro che molti candidati al consiglio regionale la condividano e dichiarino di volerla sostenere. Ad iniziare dagli amici candidati come me nelle liste del PD.
Mi auguro anche che ciascun elettore chieda al candidato che vuole votare come si schiera su questa mia proposta.

(sul mio sito www.augustoairoldi.it è possibile trovare i dettagli della proposta)

1 commento:

  1. Maria Angela4 marzo 2010 00:47

    Questa è una delle tante ingiustizie che costellano il nostro sistema politico...lo schiaffo di cui parlavi è doppio se pensiamo a quali incompetenti vanno i nostri soldi!

    RispondiElimina